“Ci si rivolge agli esperti, ai saggi, di fronte a scelte da fare e a decisioni da prendere, ma la vita si scrive, il saggio si scrive, tra l’occorrenza e la provvidenza, esperendo nella memoria senza accompagnarsi a ricordi, senza reclamare la paternità della decisione giusta”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *